Cedolare secca locazioni 2024: il quadro LC

Autore: redazione
22 Marzo 2024

Il Modello Redditi PF 2024 nel primo fascicolo, prevede l'indicazione della cedolare secca sulle locazioni.

Nel dettaglio, i contribuenti interessati compilano il Quadro LC del FASCICOLO 1 (obbligatorio per tutti i contribuenti) che risulta così suddiviso:

  • FRONTESPIZIO costituito da tre facciate: la prima con i dati che identificano il dichiarante e l’informativa sulla privacy, la seconda e la terza che contengono informazioni relative al contribuente e alla dichiarazione;
  • prospetto dei familiari a carico, quadri RA (redditi dei terreni), RB (redditi dei fabbricati), RC (redditi di lavoro dipendente e assimilati), RP (oneri e spese), LC (cedolare secca sulle locazioni), RN (calcolo dell’IRPEF), RV (addizionali all’IRPEF), CR (crediti d’imposta), DI (dichiarazione integrativa), RX (risultato della dichiarazione).

Per le novità sulla cedolare secca per le locazioni brevi leggi anche: Cedolare secca Affitti brevi: le novità 2024 

Cedolare secca locazioni: 2024 istruzioni per il quadro LC del Modello redditi PF

Il quadro LC riguarda la cedolare secca sulle locazioni e si compone:

  • Rigo LC1,
  • Rigo LC2,

Il Rigo LC1 (Cedolare secca sulle locazioni) è riservato all’indicazione dell’imposta sostitutiva, con aliquota del 21 per cento o del 10 per cento, dovuta sul reddito imponibile derivante dai contratti di locazione per i quali si è optato per l’applicazione del regime della cedolare secca e dell’imposta sostitutiva al 21 per cento dovuta sui contratti di locazione breve (inferiori a 30 giorni). 

  • Colonna 1 (Imposta cedolare secca): indicare l’ammontare dell’imposta sostitutiva dovuta indicato nella colonna 3 del rigo RB11. 
  • Colonna 2 (Imposta su redditi diversi) 
  • Colonna 3 (Totale imposta complessiva)
  • Colonna 4 (Ritenute da CU per locazioni brevi)
  • Colonna 5 (Differenza)
  • Colonna 6 (Eccedenza dichiarazione precedente)
  • Colonna 7 (Eccedenza compensata modello F24)
  • Colonna 8 (Acconti versati)
  • Colonna 9 (Acconti sospesi)
  • Colonna 10 (Cedolare secca trattenuta dal sostituto)
  • Colonna 11 (Cedolare secca rimborsata dal sostituto)

Il Rigo LC2 Acconto cedolare secca locazioni per l’anno 2024  

Nel modello REDDITI va riportato, se dovuto, l’ammontare dell’acconto relativo alla cedolare secca per l’anno 2024. Per stabilire se è do­vuto o meno l’acconto relativo alla cedolare secca per l’anno 2024 occorre controllare l’importo indicato nel rigo LC1, colonna 5, “Diffe­renza”. 

Se questo importo: 

  • non supera euro 51,65, non è dovuto acconto; 
  • supera euro 51,65, è dovuto acconto nella misura del 100 per cento del suo ammontare. Atteso che tutti gli importi indicati in dichiarazione sono espressi in unità di euro, l’acconto risulta dovuto qualora l’importo del rigo LC1, col. 5, risulti pari o superiore ad euro 52. L’acconto così determinato deve essere versato: 
  • in unica soluzione entro il 2 dicembre 2024, dal momento che il 30 novembre 2024 cade di sabatose l’importo dovuto è inferiore ad euro 257,52; 
  • in due rate, se l’importo dovuto è pari o superiore ad euro 257,52, di cui: – la prima, nella misura del 40 per cento, entro il 1 luglio 2024, dal momento che il 30 giugno cade di domenica, ovvero il 30 luglio 2024 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo; – la seconda, nella restante misura del 60 per cento, entro il 2 dicembre 2024, dal momento che il 30 novembre 2024 cade di sabato